Presentazione Nuovo Asilo Bilingue

 

Bugs and Daisies dal 2019 offre, attraverso l’apertura del nuovo Asilo Nido Bilingue situato in Piazzale Lorenzo Lotto n.4 20148 a Milano; Un nuovo servizio educativo dedicato ai bambini dai 3 mesi di vita fino al compimento dei 3 anni, ponendo al centro del percorso il bambino nella sua globalità, nelle sue potenzialità e nel suo costante divenire.

L’assunto basilare, cardine di tutto il progetto educativo, consiste nell’idea, che la prima infanzia, ricca di potenzialità, di sviluppo e apprendimento, vada valorizzata, attraverso, sia interventi didattici, volti a promuovere lo sviluppo del bambino, in modo completo ed equilibrato, sia con un’offerta formativa, uniforme, omogenea ed in linea con la crescita del bambino.

L’ Inglese

Le ragioni che inducono ad essere favorevoli all’introduzione della lingua inglese nella scuola sono di ordine socio-pedagogico: sin da piccoli, i bambini, sviluppano un’apertura e un’attitudine verso nuovi apprendimenti, sono nel pieno delle loro potenzialità e i centri cerebrali, che presiedono all’acquisizione della parola e alle abilità fonatorie, sono in espansione.

Nel bambino, lo sviluppo della comprensione e della percezione uditiva sono inscindibili ed è per questa ragione, che l’ascoltare e ripetere le parole lo aiuta ad assimilare quasi meccanicamente una lingua straniera; il metodo educativo che verrà adottato sarà prevalentemente basato sul gioco e sulla musica.

Progetto Pedagogico

“Il linguaggio dello spazio è molto forte.Quando si entra in un nido o in una scuola, traspaiono messaggi che manda lo spazio, le scelte che sono alla base del progetto educativo e le convinzioni che gli adulti hanno sull’apprendimento e sul benessere del bambino” ( dal “Il Parco che vorrei”, Camina).

Il nido è il primo luogo sociale di un bambino che entra in una nuova comunità, diverso dalla famiglia di origine.

Questa relazione è necessaria e preziosa poiché l’identità del bambino si costruisce solo nel rapporto con l’altro da sé,
(famiglia, gruppo di pari, ambiente).

Il bambino è una persona competente e completa, capace di ricevere stimoli e di attivare percorsi di conoscenza anche complessi.

Il nido sostiene la sua evoluzione, nel rispetto dei progressi che manifesta durante il suo divenire e dei suoi personali tempi di sviluppo.

Al nido opera personale qualificato e viene promossa costantemente, la professionalità degli educatori attraverso la formazione: la sperimentazione, la ricerca e l’aggiornamento, grazie alla super visione del coordinatore pedagogico.

L’ Organizzazione degli spazi

La strutturazione dello spazio e la disposizione degli arredi è molto importante: attraverso la cura degli ambienti, si trasmette un messaggio di serenità ai bambini e ai genitori.

Con la personalizzazione e la cura degli ambienti si accoglie l’individualità dei bambini e se ne rinforza l’identità.

Nell’organizzare gli spazi occorre tener presenti i bisogni dei bambini : di sicurezza e di riconoscimento, di esplorazione e di scoperta.

La progettazione dei luoghi e spazi all’ interno del nido e la qualità degli oggetti predisposti, sono fattori che orientano i processi di apprendimento dei bambini.

Il Nostro Giardino

Nei servizi educativi, progettare la vita all’ aperto, consente di sfruttare al meglio le opportunità che il giardino offre, trasformando le risorse in possibilità di apprendimento.

Lo spazio esterno del nido verrà utilizzato in tutte le stagioni anche per sviluppare attività didattiche.

L’organizzazione di aree di gioco diverse, come “stanze all’aperto”, favorisce le esperienze di esplorazione e di avventura, con la possibilità per i bambini di sperimentare e sperimentarsi, dando vita a microprogetti individuali e di piccolo gruppo.

Nel nostro giardino i bambini si inventano progetti impegnativi: raccogliere sassolini per costruire , scavare una buca e mescolare l’acqua, la terra e l’erba (si prepara così una minestra speciale).

Attraverso l’esplorazione dell’ambiente, il gioco spontaneo, il movimento, l’utilizzo dei sensi e il contatto diretto con la natura, i bambini imparano a interrogare e conoscere la realtà che li circonda e a percepire se stessi, in relazione al mondo e agli altri.