05nov
2017
0

7 consigli risolvere l’avversità del tuo bambino a fare i compiti a casa

Il professore Harris Cooper della Duke University, ha condotto una serie di ricerche che hanno dimostrato che i bambini che hanno determinate abitudini di studio successivamente hanno più successo negli studi universitari e nella vita perché sviluppano un atteggiamenti positivo nei confronti della scuola dello studio, una maggiore autodisciplina, curiosità e capacità di risolvere i problemi.

La ricerca del Prof. Cooper ha inoltre evidenziato che i bambini con cattive abitudini di studio successivamente soffriranno di affaticamento mentale e disagio emotivo verso lo studio in generale.

Le cattive abitudini di studio generano un senso di avversione verso i compiti a cosa che spinge i bambini a dedicarvici sempre meno tempo cosa che causa ulteriore stress, discussioni e tensioni fra genitori e figli.

Ecco come possiamo aiutare i nostri ragazzi a vivere i compiti a casa come un esperienza divertente e appagante.

1. Stabilite un orario fisso in cui fare i compiti a casa

Per abituare i bambini a fare i compiti a casa tutti i giorni stabilite un orario giornaliero dedicato.

Alcuni bambini lavorano meglo dopo che hanno fatto merenda altri sono più motivati a lavorare subito dopo che sono tornati da scuola

Fate delle prove per vedere quale orario funziona meglio per il tuo bambino.

2. Create una postazione di studio dedicata

Proprio come gli adulti hanno bisogno di un’area per lavorare,

i bambini hanno bisogno di spazio per concentrarsi sui compiti a casa.

Alcuni lavorano meglio quando lavorano nella loro stanza e alcuni preferiscono il tavolo da cucina con altri membri della famiglia attorno.

Non importa quale posto scegli, deve essere ben illuminato e tranquillo, senza distrazioni del televisore, senza altri bambini che giocano o persone che parlano al telefono.

L’importante è che il materiale per scrivere e colorare sia pronto e anche a portata di mano del tuo bambino.

3. Rimanete nelle vicinanze

All’età prescolare, i genitori si muovono mentre i bambini fanno i loro compiti.

Potete vedere insieme le istruzioni per fare compiti e chiedere al bambino di spiegare cosa deve fare per completarlo.

Ma lasciate che faccia il suo lavoro da solo, ma non abbandonatelo.

Siate nei dintorni ma non attacati o abbracciati.

Se non capisce qualcosa, avvicinatevi per aiutarlo chiarire.

4. Lascia che il tuo bambino sbagli

Guardate il lavoro di tuo figlio quando è finito, indicargli dove potrebbe avere risposte sbagliate scritte ma non risolvere i suoi errori per lui.

Le risposte del tuo bambino sono il calibro dell’insegnante su come bene il tuo bambino ha imparato le sue lezioni.

Fare degli errori è una parte importante del processo di apprendimento e dello sviluppo del tuo bambino.

Lasciatela lavorare attraverso il suo incarico insegnerà la sua persistenza e aiutarla a costruire la grana

5. Rendila un esperienza divertente

Se stai aiutando il tuo bambino ad apprendere nuovi concetti come l’aggiunta e la sottrazione, pensa a mettere a studiare divertimento.
Questo aiuterà il tuo bambino a promuovere un atteggiamento positivo nei confronti dei compiti a casa e renderlo meno di un lavoro per lui.

Nell’esempio di matematica di cui sopra, Lee dice di provare a utilizzare piccoli giocattoli come marmi o anche carte da gioco” per aiutare il tuo bambino a visualizzare i problemi matematici.

6. Inserire delle pause.

Se c’è un sacco di compiti a casa per assicurarsi che il bambino si interrompa tra la ricarica.

I bambini piccoli (4-5 anni) possono solitamente concentrarsi da qualche parte tra 5 e 20 minuti, a seconda del compito – meno tempo con nuovi e compiti impegnativi e più tempo con quelle attività intrinsecamente piacevoli.
Lasciate che si muova un po, mangiare uno spuntino o fare attività semplici, come annaffiare le piante, per qualche minuto tra i compiti a casa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: